Rassegna Stampa

Le dame bianche di Amalfi

Da “BERLINSKE TIDENDE” di Copenaghen, 15 Gennaio 1995 ..La 73enne Rosa Amatruda ci riceve nella cartiera che è situata in un luogo ameno, sopra un torrente, al termine di una strada stretta in fondo alla vallata di Amalfi… scritto da Lisbeth Davidsen & Morten Better (trad. Angelo Tajani) BERLINSKETIDENDE1995

Leggi di più →

In Principio furono gli stracci

Da “ARTE & CARTE” n° 12, Anno II, Maggio/Giugno 1993 Leggero come un battito d’ala e tenace come la memoria, il foglietto di carta. Sottile come un velo, carta velina appunto, quella a cui nel lontano 1757 il tipografo Baskerville affidò il suo “Virgile” vera pietra angolare nella storia delle edizioni artistiche di lusso… scritto da Virginia Canzanella ARTE&ARTE1993(1) […]

Leggi di più →

Carta antica coi fiori

Da “GEC,IL GIORNALE DEL CARTOLAIO” n° 12, Anno IV, Dicembre 1991 “Ditelo con i fiori” si diceva, riferendosi soprattutto a messaggi teneri. E’ difficile infatti che il destinatario di un omaggio floreale resti insensibile a un simile dono. Sarà dunque stato quest antico motto… scritto da Annamaria Ghedina Carta antica coi fiori

Leggi di più →

Carta bianca ad Amalfi

Arrivò ad Amalfi da Salerno, via mare, e rimase incantato. Si inoltrò per la Valle dei Mulini e, superato l’intricato percorso intervallato da case e giardini, colse l’attività febbrile delle fabbriche… scritto da Maria Grazia Salvadori BRAVACASA 1 BRAVACASA  2

Leggi di più →

L’antica carta a mano

Da “PIACERE ITALIA” n° 8, Anno II Amalfi non vuol dire esclusivamente mare, sole, piazze animate, ma anche e soprattutto storia. Ed è proprio nella sua storia millenaria che affonda le sue radici la fabbricazione della carta a mano… PIACEREITALIA – 1991

Leggi di più →

La memoria storica della bambagina

Da “IL DUCA”, 1990 Quando Luigi Amatruda si trovò tra le mani il libro di Hugh Macdiarmid, “Drunk Man Looks at the thistle”, stampato nelle officine Bodoni di Verona ed edito da G. Mardersteig… scritto da Vito Pinto ILDUCA1990_p.4,7(1) ILDUCA1990_p.4,7(2)

Leggi di più →

La carta di Amalfi

Da “CORRIERE PARTENOPEO” n°5, Anno XI, 30 Giugno 1989 Molte persone credono di conoscere la carta nelle sue molteplici qualità, ma la maggior parte di essi si ferma ai tipi “Bristol”, perchè è ritenuta di fabbricazione inglese […] ma solo poche, anzi pochissime conoscono la carta di Amalfi… scritto da Aurelio Pellegrino CORRPARTENOPEO1989_pp.5-6

Leggi di più →

Amalfi, quell’antico primato

Nel corso del XV secolo, al tempo della dominazione aragonese, scrittori di ogni parte d’Europa convergevano su Napoli per stamparvi le proprie opere sulla pregiata carta d’Amalfi, la cui notorietà aveva da tempo varcato i confini del regno…  scritto da Pietro Romano   Amalfi, quell’antico primato

Leggi di più →

Amalfi e le vele di carta

Capita raramente, ma capita specie quando si affonda l’attenzione nel campo antiquario, di avere tra le mani un libro tanto bello da temere quasi di sfogliarlo. Timore di sciuparne i fogli dai margini intonsi, timore di sporcare il nitore della cellulosa, timore di compromettere l’impressione delle immagini… scritti da Domenico Rea e Francesco Guglielmotti Amalfi e le vele […]

Leggi di più →

Amalfi e l’epopea della carta

Di Amalfi si è già detto e scritto nel tempo che parlarne o raffigurarla ancora diventa superfluo. Eppure, di questa città delimitata nel breve ventaglio dei monti Lattari e l’infinito spazio del mare, chiusa fra il segno preciso della roccia e quello duttile e mutevole dell’acqua, l’essenza e l’anima sembrano sfuggire. […] Città destinata e […]

Leggi di più →